PROFILI d'ARTISTA

 

   
 
 
   
       
Artista:   LEONARDI CASTELLANI
 1896 / 1984
Genere: Pittura e grafica
Settore: Arte 900
Curatore   Claudio Castellani
Contatti: 3206716054
Mail
 
 
 

BIOGRAFIA

Leonardo Castellani,  Faenza 1896 - Urbino 1984  è stato un artista scrittore, incisore e pittore. Dopo aver frequentato l'Accademia delle Belle Arti di Firenze insieme a Osvaldo Licini nella quale sperimentò la scultura nel periodo della grande guerra mondiale. Entrò in contatto con l'avanguardia Futurista a Roma e a Cesena  conoscendo anche Marinetti e Giacomo Balla. Sempre a Cesena, si appassionò alla ceramica, grazie alla frequentazione della fabbrica di famiglia, poi distrutta da un incendio; inseguito, a Venezia   ebbe modo di sperimentare la pittura e di stringere amicizia con Vincenzo Cardarelli,Virgilio Guidi,ed Ezra Pound.  Con il il soggiorno in Francia Castellani s'impegna maggiormente per acquisire la tecnica calcografica, da questo momento  della vita   è stata una continua sperimentazione ed elaborazione di tale tecnica.  Nel 1930 arrivò all'Istituto per l'Illustrazione e la Decorazione del Libro, dove ottenne la cattedra di Calcografia; durante il lungo periodo di questo insegnamento formò molti artisti, come: Nunzio Gulino, Arnaldo Ciarrocchi, Renato Bruscaglia, Enrico Ricci, Walter Piaccesi, Adriano Calavalle e tanti altri.

Quando ha iniziato a sperimentare l'incisione calcografica, Castellani ha privilegiato come soggetti, principalmente, i paesaggi ma anche la figura umana e le nature morte. Dal 1928 al 1973  Castellani realizzò 798 incisioni, in tirature minime. La fonte della sua ispirazione per le incisioni, derivava dalla lezione degli artisti del XVII e XVIII secolo;  non solo, perché Castellani traeva ispirazione anche dalle incisioni calcografiche di Fattori e degl'incisori dei primi venti anni del XX secolo Come Giorgio Morandi, Carlo Carrà e molti altri. Nel secondo dopoguerra, Castellani godeva di un ampio consenso tra gli incisori suoi contemporanei ed era stimato dei collaboratori della rivista "Il Selvaggio", che fu un importante canale di diffusione del nuovo stile dell'incisione italiana.Castellani intraprenderà una nuova esperienza, con la fondazione della rivista Valbona. Si spense il 20 novembre 1984. Dopo la sua scomparsa, i suoi eredi hanno donato alcune delle sue incisioni calcografiche al Comune di Urbino, che le ha esposte in una sala (a lui dedicata) all'interno del palazzo dell'ex Collegio Raffaello


 



 

 

 

 

       

 Natura morta  - olio 

 

Natura morta - olio

 

 

 

 
 

 

 
       

Donna seduta  - olio

 

Conchiglie bianche - olio 

 
       

 
 
       

Paesaggio lunare - incisione 1953 mm.135x245

 

            Paesaggio in primavera  -  incisione 1940   mm. 247x231

 
 
.
 

 Galleria Città di Padova - Associazione Cult. Artistica