PROFILI d'ARTISTA

   
 
 
   
       
  Artista:  SARA STAVLA
     
  Genere: Pittura figurativa-acquarellista
  Settore: Arte Contemporanea
  Studio: Via Danieletti 110  - 35132   Padova
  Contatti: Tel.  3472421399
  Mail sarastavla@libero.it
     
     
 
 
 
 
 

BIOGRAFIA

Sara Stavla, nata a Treviso, vive e lavora a Padova. Ha avuto maestri di nota fama ma deve la sua formazione artistica alla scuola di Riccardo Galuppo, orientandosi in un primo tempo alla grafica e all'olio, poi all'acquarello dove esprime doti di alta intensità e tecnica . Partecipa attivamente  a mostre,personali,  collettive di rilievo in diverse città italiane, oltre a rassegne e concorsi riscontrando importanti premi, segnalazioni e riconoscimenti nazionali.

“Sara Stavla ha un’intrinseca attrazione per il musicale e il danzante, la sua pennellata prima che colore è ritmo,  come se gli strumenti dei suoni e i corpi che vibrano movimenti di ballo, incarnassero una sigla remota con cui entrare nel mondo segreto delle cose e dell’esistenza. La musica è l’invito ancestrale e più diretto alla spontaneità. La Stavla non è però attratta dalle persone strutturate, dai professionisti che governano scientemente suoni e danze. Trova più verità nelle danzatrici del ballo popolare, nei musicisti di strada, nella gente che vive in modo sciolto ed immediato. Nei corpi che si compenetrano nello strumento e più non sai se lo strumento è il corpo o se il corpo è lo strumento, sempre comunque un corpo in comunicazione diretta oltre la pelle, dove si pescano le danze delle emozioni. Nei personaggi che vivono di musica popolare è più facile cogliere il gesto leggero e plasmato dall’aria e dal vento, quella lievità spontanea che continuamente vince l’attrazione della gravità verso il basso. E libra verso la leggerezza.Tutte queste persone e oggetti che cantano suoni, sono accolti in uno spazio che è come una grande calotta avvolgente, uno spazio che si curva e sfonda verso una profondità che è luce rarefatta e immateriale, luogo permanente in cui la trasparenza si fa oltre-reale, anzi vagamente sognante, vortice rarefatto che conduce ad un imprecisato altrove. L’apparente e conclamato realismo delle figure è allora solo un velo e una apparenza. Perché Sara Stavla non ricerca colori e  forme, ma una sigla più lontana e profonda, senza figure, è la musica che canta, è il battito che accentua e dissolve. E i suoi quadri vanno ascoltati più che visti.”

Gabriele Righetto

 


 



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Musicista a Berlino - acquarello su tela cm.70 x 50   Spirito libero - acquarello su tela cm 60x50   

 

 

 
 

 

 

 

 

 

Sonata - acquarello su tela cm. 61x46

 

Musicista in erba  - acquarello su tela  cm.70x60

 
       

 
 
       

               Violinista - acquarello su tela cm.  60x80

                 Volo di danza   - acquarello su tela cm.70x80  
       
 
.
 

Galleria Città di Padova - associazione cult. artistica 

Sognoelektra – tutti i diritti riservati
Galleria Cesare Giaroni Pubblicata il 15 Aprile 2009